venerdì 28 febbraio 2014

Il libri del mese - febbraio 2014

LIBRI LETTI


Commento qui

Commento qui











LIBRI ACQUISTATI O REGALATI O PRESTATI 

Perseguitato dalle visioni provocate dallo shining, la luccicanza, il dono maledetto con il quale è nato, e dai fantasmi dei vecchi ospiti dell'Overlook Hotel dove ha trascorso un terribile inverno da bambino, Dan ha continuato a vagabondare per decenni. Una disperata vita on the road per liberarsi da un'eredità paterna fatta di alcolismo, violenza e depressione. Oggi, finalmente, è riuscito a mettere radici in una piccola città del New Hampshire, dove ha trovato un gruppo di amici in grado di aiutarlo e un lavoro nell'ospizio in cui quel che resta della sua luccicanza regala agli anziani pazienti l'indispensabile conforto finale. Aiutato da un gatto capace di prevedere il futuro, Torrance diventa Doctor Sleep, il Dottor Sonno. Poi Dan incontra l'evanescente Abra Stone, il cui incredibile dono, la luccicanza più abbagliante di tutti i tempi, riporta in vita i demoni di Dan e lo spinge a ingaggiare una poderosa battaglia per salvare l'esistenza e l'anima della ragazzina. Sulle superstrade d'America, infatti, i membri del Vero Nodo viaggiano in cerca di cibo. Hanno un aspetto inoffensivo: non più giovani, indossano abiti dimessi e sono perennemente in viaggio sui loro camper scassati. Ma come intuisce Dan Torrance, e come imparerà presto a sue spese la piccola Abra, si tratta in realtà di esseri quasi immortali che si nutrono proprio del calore dello shining.

Elli Giordano è una ragazza di vent'anni con una vita normalissima, tutta famiglia, studio e amici. Se non fosse per quella sua particolarità: a volte ha l'impressione di poter percepire le emozioni e i pensieri altrui. Ma l'incontro con un uomo misterioso stravolgerà per sempre la sua esistenza. Cosa la lega a due organizzazioni segrete, a una stirpe leggendaria e a un ciondolo magico che giace inutilizzato da oltre settecento anni? Accompagnata da persone straordinarie che intrecceranno indissolubilmente la loro vita con la sua, Elli scoprirà inquietanti segreti ed entrerà in un universo ignorato dal mondo intero. Da un giorno all'altro vedrà la sua vita minacciata da pericoli che non avrebbe mai potuto neanche immaginare. Sarà un viaggio imprescindibile, un'avventura necessaria a comprendere la sua stessa natura. Una continua ricerca della risposta a un'unica, ineffabile domanda: chi è veramente Elli Giordano?

Per Elli e Fabio, da nove mesi partiti a bordo dell'Imperia, è giunto infine il momento del ritorno. Mentre veleggiano verso le coste della Sicilia, la mente della ragazza è costellata di preoccupazioni: cosa ne sarà stato dei loro compagni? Come avranno fatto a sopravvivere senza più il rifugio della Base Primaria e, soprattutto, senza la protezione dell'Averon? Ma una grande sorpresa li attende al loro arrivo, quando la nuova, misteriosa dimora dell'Ordine dei Guardiani li accoglierà nel suo grembo. In un'altalena fra passato e presente, Elli conoscerà nuovi amici e affronterà nuovi nemici, mentre i Custodi si preparano a sferrare il loro colpo più micidiale. L'ora in cui si avvererà la profezia di Elanora è forse vicina? Dopo Il cerchio si è chiuso, il secondo, appassionante capitolo della Trilogia dell'Averon, la saga real fantasy ambientata nell'odierna Palermo.

Da lunghi mesi i Guardiani sono intrappolati nella Città di Pietra. Mentre i Custodi sono sempre più vicini, il malcontento che serpeggia fra la popolazione rischia di generare inaspettati e pericolosi nemici. Elli è sfiduciata non meno dei suoi confratelli: l'Averon non sembra più disposto ad aiutarli e il passaggio sotto il lago non si è mai aperto. L'apparizione di Elanora è stata reale, oppure solo un parto della sua immaginazione? Il mondo di cui le ha parlato la sua antenata, quello in cui potrà trovare l'unica persona in grado di salvarli, esiste veramente? All'ultima Rivelatrice e a i suoi compagni non resta che sperare in un miracolo. Dopo "Il cerchio si è chiuso" e "La Città di Pietra", Loredana La Puma torna con il terzo volume della Saga dell'Averon, la prima parte del capitolo conclusivo di un'avventura, che si arricchisce adesso di fantastici scenari e nuovi personaggi. Il Mondo di Atlan vi aspetta!


Un piccolo villaggio sprofondato nell'atmosfera rarefatta del Sudamerica di fine Ottocento. Una famiglia unita, dove ognuno ha i propri compiti e un ruolo preciso. E un evento inaspettato, che aprirà finalmente la strada a un futuro di cambiamenti. Attorno alla misteriosa comparsa della Balena, una minuscola isola, uno scoglio di tutti e di nessuno, si intrecciano i destini di León, Anita, i loro figli e un'intera società che conduce una vita monotona, china sui campi, vittima delle angherie dei proprietari terrieri e del governo. L'isola diventa il loro simbolo di libertà, e si trasforma, grazie alla fantasia e all'iniziativa della piccola Himelda, in una miracolosa ancora di salvezza. La variopinta galleria di personaggi che popola "Il canto della Balena" si fonderà con questo luogo magico: uno specchio magico nel quale ognuno può riscoprire la propria natura più nascosta. Corrado Sobrero intreccia le fila di una storia che ha il sapore di un romanzo e le sfumature di una ballata popolare, e riesce da subito a trasportare il lettore in un mondo fantastico e allo stesso tempo estremamente concreto, dove il sogno lontano di un riscatto sociale sembra quasi poter diventare realtà.

martedì 25 febbraio 2014

Nuovo romanzo

Volevo aspettare un altro po' per cominciare a parlarne, ma siccome un piccolo accenno è già stato fatto e io oggi ho abbastanza tempo libero da poterci fare un post vi annuncio che uscirà il mio nuovo romanzo il mese prossimo.
Sia chiaro, non vi dico di che parla.
E' solo per mettervi in preavviso, così vi tenete liberi.
Comunque se andate a legge il gruppo di Edizioni Scudo su Facebook qualcosina potete capirlo (vi darò un indizio preciso: nei commenti del post in evidenza. Trovate tutto qui ).
Per altro, ne approfitto per sottolineare come le Edizioni Scudo, che stanno diventando sempre di più un punto di riferimento per la letteratura di genere in Italia, abbiano ripreso a sfornare novità. Scorrete il gruppo per trovarle.

sabato 15 febbraio 2014

Assassin's Creed - Rinascimento



ASSASSIN'S CREED - RINASCIMENTO, di Oliver Bowden
Sperling&Kupfer, 405 pagine
Genere: storico/videoludico
Giudizio: abbandonato 

 

La prima domanda che mi potrei fare è: "Perché l'ho letto?".
Dannata curiosità, è la risposta.
Lo ammetto, in questo periodo sono intrippata con il gioco, e perciò mi è venuta voglia di leggere il romanzo.
Ma il gioco è meglio, e il romanzo non è un romanzo; è una serie di appunti che l'autore ha preso mentre giocava.
Il protagonista fa cose che in un romanzo serio non potrebbe mai fare, pena la perdita della sospensione dell'incredulità; e poi tutti i personaggi hanno lo spessore di una carta velina. O, meglio, hanno lo spessore bidimensionale dei pixel.
E' proprio il videogioco riportato pari pari su carta. Io pensavo (speravo) che il gioco fosse stato preso solo da base per costruirci su una buona narrazione (e di materiale ce n'era!), invece è una sterile operazione di ricalco.
Lo sapevano scrivere tutti un libro così.

domenica 9 febbraio 2014

Le cronache di Gaia. Pearls



LE CRONACHE DI GAIA. PEARLS, di Claudia Tonin
Edizioni Domino, 199 pagine, € 15,00
Genere: fantascienza
Voto: 3,5/5


Dopo un esordio nel tecnofantasy con il suo romanzo "Esedion", Claudia Tonin ha fatto un passetto in là e si è gettata a capofitto nella fantascienza futuristica con questa serie "Le cronache di Gaia", di cui "Pearls" è il primo volume.
L'idea di partenza è questa: per evitare che il mondo si autodistrugga, sette donne in posizioni di leadership, guidate dalla cinese Han Chan Mei, decidono di sterminare quasi completamente il genere maschile.
Cinquant'anni dopo, la Terra è diventata Gaia, un mondo di sole donne con delle rigide regole sociali, dove non esistono più guerre, ma nemmeno famiglia e maternità in senso tradizionale. E i pochi maschi rimasti, necessari per il proseguimento della specie, sono relegati in colonie in nuova Zelanda e su Marte.
Un mondo perfetto? In realtà un mondo di luce e ombre, in cui cova il germe di una ribellione nata sulla spinta delle passioni.
Partendo dalle cose negative, devo dire che forse lo stile andava limato un po' di più, anche se c'è stato un notevole balzo in avanti rispetto al precedente libro dell'autrice; e poi la trama poteva essere più strutturata, più complessa; doveva essere un pochettino più lungo.
Al di là di ciò, l'ho trovato un romanzo interessantissimo.
Intanto, come già era in Esedion, l'attenzione per l'aspetto scientifico è molto alta. E poi le idee sono eccezionali, complicate e profonde.
In generale è una buona prova per Claudia Tonin, che si conferma un'autrice con molto da dire.

venerdì 7 febbraio 2014

Popolo di poeti (e un link a un bel commento)

Ricordate l'articolo che vi ho linkato ieri?
Secondo i dati riportati, nell'ultimo anno il 50% degli italiani non ha letto nemmeno un libro.
Eppure oggi mi è arrivata una email dal Torneo Ioscrittore, a cui mi sono preiscritta giusto per sport (non avrò mai un manoscritto pronto prima della scadenza) secondo la quale ci sono già circa 1000 iscritti. Ed è più o meno una settimana che le iscrizioni sono aperte, se non sbaglio.
Mille sono tanti.
Se mettiamo assieme i dati, o tantissimi italiani che leggono scrivono anche, o moltissimi italiani che non leggono scrivono lo stesso.
Il risultato comunque è che un sacco di gente scrive ma la metà della popolazione non legge.
Discorso vecchio, lo so, ma mi lascia sempre basita.

Approfitto del post per segnalare un bellissimo commento che mi è arrivato oggi su "L'uomo di metallo":  http://vlad72.blogspot.it/2014/02/ebook-popolari-e-nuove-frontiere.html
Nei prossimi giorni farò anche un altro post riguardo a "L'uomo di metallo e la storia", così, giusto per un po' di pubblicità.



giovedì 6 febbraio 2014

La cultura presa a calci

E' di qualche giorno fa la notizia che il "bonus libri", ossia la detrazione del 19% che era stata prevista per chi acquista libri, è doventata un "bonus librai": saranno gli esercizi commerciali ad avere un credito d'imposta pari al 19%. Leggetevi l'articolo direttamente qui, che di sicuro lo spiega meglio di quanto faccia io.
Sinceramente trovo molto più inquietante questo articolo, che spiega come la cultura sia sempre più snobbata da istituzioni e cittadini.
Se io fossi la cultura, mi sentirei presa a calci.